it

Category

Video
07
Lug

Santini Cycling Wear e SenzaGiro

Dalle tribune del Velodromo Maspes-Vigorelli, Stefano Devicenzi, dell’ufficio marketing di Santini Cycling Wear, racconta della partnership con SenzaGiro.
Continue Reading
31
Mag

Sulla strada: Velodromo Vigorelli, Milano

SenzaGiro ha i suoi inviati. Abbiamo chiesto a chi può in questo momento andare sulle strade del SenzaGiro di raccontarci, con un video-selfie, i luoghi dove sarebbe dovuto passare la corsa: la partenza o l’arrivo, o una strada, una salita, un lungomare, una piazza. Sono i “segnaposto” SenzaGiro e ci parlano di storie e di luoghi diversi, anche lontani dal ciclismo agonistico, ma che tirano un filo rosso, o forse rosa, lungo le strade del Giro. Dall’interno del Velodromo Vigorelli una doppia “corrispondenza”. Nella prima, Alberto Saibene, saggista, mette insieme cronaca politica, campioni del ciclismo e del cinema e grandi poeti per raccontare la primavera del 1948 a Milano: un piano sequenza tra Joseph Cotten e Fiorenzo Magni, Alcide De...
Continue Reading
31
Mag

Da Milano: Mario Fossati e Claudio Sanfilippo

Davide Ferrari legge e interpreta per SenzaGiro brani di racconti, poesie e saggi in cui “passa una bicicletta”. Oggi legge una poesia di Claudio Sanfilippo, dedicata al Velodromo Vigorelli. E sempre al Vigorelli è dedicato il brano letto da Gino Cervi, tratto da un articolo di Mario Fossati, raccolto nella biografia scritta da Enrico Currò, Mario Fossati e la storia del giornalismo sportivo italiano (1945-2010) (Bolis Edizioni, 2018). Claudio Sanfilippo canta due sue canzoni: Pavesi detto l’Avocatt, ispirata alla figura di Eberardo Pavesi, narrata in un libro di Gianni Brera, Addio bicicletta! (1964); e Il volo di Coppi, che nasce dal libro di Gino Cervi e Giovanni Battistuzzi, Alfabeto Fausto Coppi. 99 racconti e una canzone (Ediciclo Editore, 2019).
Continue Reading
31
Mag

Sulla strada: piazzale Loreto, Milano

SenzaGiro ha i suoi inviati. Abbiamo chiesto a chi può in questo momento andare sulle strade del SenzaGiro di raccontarci, con un video-selfie, i luoghi dove sarebbe dovuto passare la corsa: la partenza o l’arrivo, o una strada, una salita, un lungomare, una piazza. Sono i “segnaposto” SenzaGiro e ci parlano di storie e di luoghi diversi, anche lontani dal ciclismo agonistico, ma che tirano un filo rosso, o forse rosa, lungo le strade del Giro. Lorenzo De Simone è un fotografo milanese che, come pochi riescono a fare, sa cogliere l’anima dei luoghi, quello che non basta vedere, inquadrare e scattare. Lo ha anche dimostrato nelle settimane di lockdown, girando per la città vuota e rappresentandone lo straniamento, l’assenza,...
Continue Reading
30
Mag

Sulla strada: Milano cambia giro

SenzaGiro ha i suoi inviati. Abbiamo chiesto a chi può in questo momento andare sulle strade del SenzaGiro di raccontarci, con un video-selfie, i luoghi dove sarebbe dovuto passare la corsa: la partenza o l’arrivo, o una strada, una salita, un lungomare, una piazza. Sono i “segnaposto” SenzaGiro e ci parlano di storie e di luoghi diversi, anche lontani dal ciclismo agonistico, ma che tirano un filo rosso, o forse rosa, lungo le strade del Giro. Carlo Venegoni, urbanista, ci racconta della manifestazione di domani, 31 maggio 2020, MILANO CAMBIA GIRO.
Continue Reading
30
Mag

Da Alba: Beppe Fenoglio

Davide Ferrari legge e interpreta per SenzaGiro brani di racconti, poesie e saggi in cui “passa una bicicletta”. “Alba la presero in duemila il 10 ottobre e la persero in duecento il 2 novembre dell’anno 1944” è uno degli incipit più belli della storia della letteratura italiana. Lo ha scritto Beppe Fenoglio per il racconto che dà il titolo al libro I ventitré giorni della città di Alba (Einaudi, 1952). Qualche riga più sotto si legge un passo in cui la lotta partigiana si mischia alla corsa del Giro d’Italia.
Continue Reading
29
Mag

Sulla strada: dietro a un covone di fieno

SenzaGiro ha i suoi inviati. Abbiamo chiesto a chi può in questo momento andare sulle strade del SenzaGiro di raccontarci, con un video-selfie, i luoghi dove sarebbe dovuto passare la corsa: la partenza o l’arrivo, o una strada, una salita, un lungomare, una piazza. Sono i “segnaposto” SenzaGiro e ci parlano di storie e di luoghi diversi, anche lontani dal ciclismo agonistico, ma che tirano un filo rosso, o forse rosa, lungo le strade del Giro. Si era nascosta, per lasciar passare davanti tutti gli altri: ma noi l’abbiamo trovata lo stesso. Lei è Serena Malabrocca, la nipote di Luigi Malabrocca, la mitica “maglia nera” dei Giri dei primo dopoguerra. Quest’anno, il 22 giugno prossimo, si festeggia il Centenario dell’inimitabile...
Continue Reading
29
Mag

Sulla strada: da Vigevano

SenzaGiro ha i suoi inviati. Abbiamo chiesto a chi può in questo momento andare sulle strade del SenzaGiro di raccontarci, con un video-selfie, i luoghi dove sarebbe dovuto passare la corsa: la partenza o l’arrivo, o una strada, una salita, un lungomare, una piazza. Sono i “segnaposto” SenzaGiro e ci parlano di storie e di luoghi diversi, anche lontani dal ciclismo agonistico, ma che tirano un filo rosso, o forse rosa, lungo le strade del Giro. Dalla piazza Ducale di Vigevano, e dalla sua personale bolla spazio-temporale, il doppiamente eroico Paolo Francesco Tosi, perché routier sentimentale e perché realistico anestesista, fantastica di Giovanni Gerbi, Giovanni Rossignoli e del vigevanese Carlo Mairani, partecipante al primo Giro d’Italia del 1909. Sul ricorso...
Continue Reading
29
Mag

Sulla strada: tra Alessandria e Asti

SenzaGiro ha i suoi inviati. Abbiamo chiesto a chi può in questo momento andare sulle strade del SenzaGiro di raccontarci, con un video-selfie, i luoghi dove sarebbe dovuto passare la corsa: la partenza o l’arrivo, o una strada, una salita, un lungomare, una piazza. Sono i “segnaposto” SenzaGiro e ci parlano di storie e di luoghi diversi, anche lontani dal ciclismo agonistico, ma che tirano un filo rosso, o forse rosa, lungo le strade del Giro. A Masio, sulla strada tra Alessandria e Asti, Roberto Livraghi, direttore del Museo ACdB-Alessandria Città delle Biciclette, ci racconta di Eliso Rivera, fondatore nel 1896 de “La Gazzetta dello Sport”, e di Giovanni Gerbi, il “Diavolo rosso”.
Continue Reading
29
Mag

Dal Lago Maggiore (sponda magra): Lorenzo Franzetti

Davide Ferrari legge e interpreta per SenzaGiro brani di racconti, poesie e saggi in cui “passa una bicicletta”. Dalla sponda magra del lago Maggiore, oggi l’inizio del racconto La bottega del Romeo ,(Bolis Edizioni di Lorenzo Franzetti, che è anche autore della cronaca della tappa di oggi, la Morbegno-Asti, che il lago Maggiore lo vede solo da lontano (ma va bene lo stesso…).
Continue Reading
1 2 3 4